ITA |
 
 
Masseria Redenta
 
 
 
 
 
 
I nostri prodotti » Lenticchie tipiche di Altamura
La Storia:
E’ negli anni ‘30 che la Lenticchia di Altamura inizia la sua ascesa commerciale. Da semplice prodotto dell’economia familiare inizia un percorso di esportazione che la vedrà inserita in tutti i mercati più importanti. In quegli anni la Lenticchia di Altamura verrà esportata in Inghilterra, Germania e finanche Stati Uniti, Canada, Australia. L’esportazione di questo prodotto avrà una forte ripercussione nell’economia della città tanto da essere riconosciuta come la città delle tre L, ovvero Lino Lana Lenticchia. Prodotti che fino agli anni ‘70 portarono benessere al nostro territorio.

La scomparsa:
Intorno gli anni ‘70 una serie di fattori ne determinarono la scomparsa: l’industrializzazione e la conseguente fuga di manodopera della campagna, la mancata meccanizzazione della coltivazione, l’invasione di produzioni a basso costo, la monocoltura grano su grano.

Il recupero:
Oggi la Lenticchia di Altamura vive la sua rinascita grazie al lavoro del Centro studi che in collaborazione con la facoltà di Agraria di Bari ne ha riproposto la coltivazione, ha ottenuto l’iscrizione nell’elenco Nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali predisposto dal Mipaf, ha depositato il Marchio Collettivo presso il Ministero dello Sviluppo Economico a tutela del consumatore sulla qualità, le tecniche  e il luogo di produzione.
Oggi su impulso di ricerca del Centro Studi "Lino Lana e Lenticchia" e forte impegno concreto di Masseria Redenta è stato possibile il recupero della Lenticchia di Altamura, tipico e ben augurale legume in tempo molto nota ed esportata in tutto il mondo. Le nuove normative dell’UE consentono il ritorno alle tradizionali coltivazioni triennali. Da ciò ne trarrebbe vantaggio anche la produzione di grano duro che attraverso la rotazione con la lenticchia tornerebbe ad avere le antiche caratteristiche organolettiche necessarie per ottenere una buona semola di base per la produzione del Pane DOP di Altamura. E così oggi possiamo rivedere sulla Murgia i piacevolissimi fiorellini bianco-glauco di questa antica e tipica produzione che tanta ricchezza aveva apportato al ns. territorio.
 
Tutte le condizioni ci sono:
• La tradizione non solo colturale ma anche culturale del territorio
• La particolare sapidità gradita a grandi e piccini e le sue particolari caratteristiche salutistiche ed
organolettiche legate al territorio di coltivazione.
• La lenticchia si presenta: grande color verde, una volta cotta si presenta integra e compatta, di giusta consistenza
• L’antica tradizione contadina bene augurale.
Pertanto a pieno titolo potrà essere la regina della dieta mediterranea i cui prodotti sono tutelati dall’Unesco come Beni Immateriali dell’Umanità.

 
 
 
 
Masseria Redenta - S.s. 96, km 86.850 - 70022 Altamura (Bari) - Italia - Mobile: +39 339.4971452 - P. Iva 05511320722 - E-mail: info@masseriaredenta.it
Copyright © Masseria Redenta - Tutti i diritti riservati
 
 
Masseria Redenta - Tutti i diritti riservati - Realizzazione Giuseppe Loporcaro